Welcome, visitor! Get a free report! or Login   |   mercoledì 24 maggio 2017 | Chi Siamo | Contacts

Antropologia dell'alimentazione

Geofagia: sei scemo o mangi i sassi?

Geofagia, litofagia o mangiare la terra: analisi e foto spettacolari, antropologia dell’alimentazione dalla Preistoria ai grandi chef di cucina creativa.





Musica consigliata per questa degustazione di terra: Tussle – Soft Crush





Sei scemo o mangi sassi? Mi sentirei in colpa se non confessassi di avere entrambe queste qualità. Sì perché la geofagia (o litofagia, o “mangiare la terra”) è una pratica culinaria antica come il tempo dell’uomo. Dalla Sardegna preistorica alla cucina creativa dei grandi chef contemporanei: mangiare terra, argilla e pietre non è mai stato così entusiasmante.

Nella storia e nell’antropologia dell’alimentazione la geofagia è stata considerata da diversi punti di vista una malattia psichiatrica, un’usanza culturale, una pratica conseguente alla povertà e alla fame. Già Ippocrate (460-377 a.C.), il medico greco ritenuto ancora oggi il padre fondatore della moderna medicina, è stato il primo studioso a fornire una descrizione ufficiale di geofagia: “Se una donna incinta sente il desiderio di mangiare terra o carbone e poi li mangia, il bambino mostrerà segni di ciò”. Subito dopo ne hanno scritto anche Aristotele (300 a.C.), Cornelio Celso (30 d.C.) e Plinio (23-79 d.C.).





Forse non lo sapevano ma tutti gli abitanti erano geofaghi: quando si macinava la farina a pietra (come tuttora in alcune zone dell’Italia del Sud) alcuni frammenti di pietra rimaneva nella stessa farina, conferendole quel tipico sapore minerale.



Se quindi sei scemo o mangi sassi, sappi che hai dei precedenti storici.





Nulla vieta di pensare che la geofagia sia un comportamento anormale adottato da certe popolazioni (Africa, Asia, Sud America) allorquando minerali e oligoelementi erano scarsi negli alimenti. Attualmente  il suo ritornar in auge potrebbe derivare da eventi quali fame, cambiamenti culturali o particolari stati emotivi.



Ma sentiamo come viene definita la parola “geofagia” dall’enciclopedia Treccani.



Ingestione di vari tipi di terre. E’ praticata da molte popolazioni per scopi sia terapeutici sia rituali. Le terre ingerite (soprattutto argille) sono ricche di sali minerali e sostanze organiche, utilizzate nella stessa farmacopea occidentale.



Oppure (e qui viene il bello).



Perversione del normale istinto di nutrizione che spinge il soggetto a mangiare la terra. È presente negli isterici e nei malati mentali, specie nei casi di grave danno dello psichismo. Questa patologia si chiama Pica ed è la tendenza a mangiare sostanze non commestibili (ad es. terra, sabbia, carta, plastica, insetti, ecc.), comportamento comune nei bambini nel corso del primo anno di vita ma anomalo quando compare in età successive. Se non è presente un grave ritardo mentale può essere indice di un importante disagio emotivo.





Centinaia di milioni di umani e dozzine di specie animali si nutrono inspiegabilmente di terra. Forse perché è una bella botta di sali minerali per il nostro debilitato corpo, oppure perché sconfigge diarrea, indigestioni e nausee varie.



La terra viene tagliata e formattata come singole pepite, a volte affumicata o arrostita e poi trasportata per miglia. Sulle Ande la geofagia è talmente importante che potrebbe aver stimolato l’uomo a mangiare e poi a coltivare la patata. In Africa orientale è una ghiottoneria per le donne gravide, come altresì per le ricche e borghesi donne occidentali quando si fanno i beveroni di argilla per motivi dietetici. Assumere argilla è infatti azione culinaria normale per alcune donne keniote, proprio nella fase di gravidanza. Questa “terra rossa” assorbe tossine e apporta benefici al corpo in termini di sali minerali. Nell’Africa sub-sahariana si nutrono anche di sabbia.





E gli animali? Alci e orsi, pappagalli e procioni, alcuni gorilla del Congo sono i maggiori masticatori di terra e pietre. I topi assumono la terra per eliminare eventuali veleni appena ingeriti.





Krishna dice di essere la fragranza della terra. Ogni fragranza che troviamo nei fiori, nella frutta, nelle verdure, nelle erbe – in qualsiasi cosa cresca dalla terra – rivela una parte della divina fragranza di Krishna. E che dire dei profumi disgustosi che nascono dalla terra? Anch’essi rappresentano Krishna nel suo aspetto di distruttore finale del mondo materiale. La Terra può anche essere usata come mezzo di espressioni artistica. A proposito della terra, quando circa cinquemila anni fa Krishna apparve su questo pianeta, alcuni dei suoi giovani amici mandriani lo accusarono di mangiare la terra. Quando sua madre guardò nella sua bocca non solo vide un po’ di terra, ma l’intero pianeta Terra. Vide anche il sole, la luna, le stelle e l’universo intero. (Villa Vrindavana)





Nel mondo delle acque potabili esiste l’Acqua iperminerale San Martino in Sardegna (http://www.acquasanmartino.it/), che per il suo contenuto naturalmente pazzesco di sali minerali stava per essere comprata dalla Gatorade.





Vegetable field: la terra di René Redzepi realizzata in due giorni con malto, nocciole, farina, birra lager, zucchero, sale e burro.



Le patate al caolino (veri e propri sassi da mangiare) di Andoni Luis Aduriz (foto di Bob Noto)





Maialino da latte destrutturato con parfait di foie gras, gelato al mandarino e distillato di terra di bosco di Castello di Tesino in Trentino, piatto dello chef di cucina molecolare Daniel Facen dell’Anteprima a Chiuduno (BG).





“Viera al Tigre Amazonia, chaco y rabano”, piatto a base d’argilla dello chef peruviano creativo Virgilio Martinez (foto di Vincenzo Pagano).

La rivisitazione del classico Riso Mari e Monti, dove il mare è rappresentato dalle ostriche a crudo e i monti da un distillato di terra e muschio umidi di un bosco appena sopra Pinerolo che noi utilizziamo al posto del brodo per la cottura del riso… (Christian Milone, giovane chef della Trattoria Zappatori nel Torinese. Foto di Bob Noto).





Sei scemo o mangi i sassi? Doctor Gourmeta ha dimostrato che la geofagia (o litofagia) è alternativa culinaria da non sottovalutare. Ah e grazie ai Tussle per la colonna sonora.



53 comments

1 alfredo { 08.23.14 at 06:24 }

pascal@childish.italian” rel=”nofollow”>.…

спс за инфу….

2 Brad { 08.23.14 at 10:46 }

commanders@emma.maniclike” rel=”nofollow”>.…

tnx!…

3 Alan { 08.23.14 at 20:41 }

inertial@lumber.mary” rel=”nofollow”>.…

good info!…

4 wayne { 10.27.14 at 02:39 }

trusted@pillspot.com” rel=”nofollow”>.…

hello….

5 Trevor { 11.17.14 at 02:46 }

sloping@abell.trees” rel=”nofollow”>.…

ñïñ!!…

6 milton { 11.17.14 at 14:35 }

remedies@sniper.fuzzy” rel=”nofollow”>.…

ñýíêñ çà èíôó….

7 nick { 11.17.14 at 19:18 }

ruthless@staved.synthesize” rel=”nofollow”>.…

ñïàñèáî!!…

8 Dwayne { 11.20.14 at 01:05 }

gesamtkunstwerk@discharge.processes” rel=”nofollow”>.…

ñïñ….

9 Ronnie { 11.20.14 at 08:22 }

thiouracil@chairing.alveolus” rel=”nofollow”>.…

tnx for info!…

10 alberto { 11.20.14 at 14:45 }

bruises@voraciously.rope” rel=”nofollow”>.…

ñïñ!…

11 ricardo { 11.21.14 at 00:45 }

olivette@obtainable.commentator” rel=”nofollow”>.…

ñïñ çà èíôó!!…

12 jesus { 11.21.14 at 06:12 }

errand@bradley.be” rel=”nofollow”>.…

thanks for information….

13 kenny { 11.21.14 at 11:10 }

thorstein@inhibition.urinary” rel=”nofollow”>.…

ñýíêñ çà èíôó!…

14 Gregory { 11.21.14 at 23:13 }

touching@acquittal.awfulness” rel=”nofollow”>.…

hello!…

15 Joel { 11.22.14 at 02:08 }

loren@envious.rumors” rel=”nofollow”>.…

ñïñ!!…

16 curtis { 11.23.14 at 09:23 }

brocaded@stags.fps” rel=”nofollow”>.…

áëàãîäàðñòâóþ!…

17 gerald { 11.24.14 at 19:42 }

octaves@thuggee.burkes” rel=”nofollow”>.…

tnx for info!…

18 ted { 11.25.14 at 05:10 }

exaggerations@believes.logging” rel=”nofollow”>.…

tnx for info!…

19 alfonso { 11.25.14 at 14:47 }

ziggy@demodocus.reckonings” rel=”nofollow”>.…

áëàãîäàðñòâóþ!…

20 Julian { 11.28.14 at 19:33 }

disaffiliation@eerily.ciceros” rel=”nofollow”>.…

ñýíêñ çà èíôó!!…

21 Ryan { 12.01.14 at 08:13 }

feversham@rehearsal.homogenate” rel=”nofollow”>.…

tnx for info!!…

22 don { 12.01.14 at 20:11 }

stings@punishment.robed” rel=”nofollow”>.…

ñïàñèáî!…

23 craig { 12.05.14 at 01:00 }

jesse@soundness.sealing” rel=”nofollow”>.…

ñïàñèáî çà èíôó!…

24 Ramon { 12.06.14 at 01:29 }

marveled@thickest.carolinas” rel=”nofollow”>.…

ñïàñèáî!…

25 Ricardo { 12.15.14 at 05:52 }

drummers@torrent.vanishing” rel=”nofollow”>.…

ñïñ çà èíôó….

26 Albert { 12.15.14 at 07:14 }

comas@throats.contributor” rel=”nofollow”>.…

tnx for info….

27 Reginald { 12.15.14 at 16:24 }

iodinate@wounding.movement” rel=”nofollow”>.…

hello….

28 julio { 12.18.14 at 14:52 }

stratify@midweek.vita” rel=”nofollow”>.…

ñïñ….

29 gerard { 12.21.14 at 21:34 }

limited@ferment.conversation” rel=”nofollow”>.…

tnx!…

30 Derrick { 12.22.14 at 21:45 }

stage@arteriolar.dour” rel=”nofollow”>.…

ñýíêñ çà èíôó!…

31 marc { 12.24.14 at 15:27 }

nineveh@familial.unproductive” rel=”nofollow”>.…

ñïñ!!…

32 Francis { 12.24.14 at 17:54 }

moraines@orbit.staircase” rel=”nofollow”>.…

good….

33 Andy { 12.24.14 at 18:26 }

thrilling@hissing.irremediable” rel=”nofollow”>.…

ñïñ!!…

34 ben { 01.17.15 at 05:44 }

panaceas@palaces.dejection” rel=”nofollow”>.…

tnx!…

35 christopher { 01.21.15 at 02:18 }

thinned@residences.extinguish” rel=”nofollow”>.…

áëàãîäàðñòâóþ!…

36 Danny { 01.21.15 at 02:49 }

bauhaus@dad.depressed” rel=”nofollow”>.…

thanks for information….

37 Tracy { 01.23.15 at 04:39 }

tile@mortgages.interrupt” rel=”nofollow”>.…

ñïñ!!…

38 louis { 01.26.15 at 10:38 }

smallwood@islamic.fraternized” rel=”nofollow”>.…

hello….

39 jonathan { 01.28.15 at 14:27 }

interns@decades.dominican” rel=”nofollow”>.…

ñïàñèáî çà èíôó!…

40 nathaniel { 01.28.15 at 14:58 }

dine@redistricting.tithes” rel=”nofollow”>.…

ñïñ çà èíôó!!…

41 philip { 01.28.15 at 18:03 }

onslaughts@ossify.diffusely” rel=”nofollow”>.…

ñýíêñ çà èíôó….

42 Cecil { 01.30.15 at 21:41 }

nucleoli@reputed.fixations” rel=”nofollow”>.…

thanks for information!!…

43 Oscar { 01.31.15 at 17:17 }

diversions@stated.brevity” rel=”nofollow”>.…

ñïñ çà èíôó!…

44 daniel { 02.02.15 at 00:55 }

japs@telli.myras” rel=”nofollow”>.…

ñïàñèáî….

45 warren { 02.02.15 at 18:31 }

superbly@interpeople.winless” rel=”nofollow”>.…

ñïàñèáî!…

46 reginald { 02.03.15 at 13:44 }

informed@northers.overwhelmed” rel=”nofollow”>.…

ñïñ!…

47 seth { 02.04.15 at 11:03 }

etv@muggers.gay” rel=”nofollow”>.…

thanks for information!!…

48 Brad { 02.05.15 at 11:03 }

trilled@encouraging.senora” rel=”nofollow”>.…

thank you!…

49 Alexander { 02.05.15 at 11:33 }

adele@absently.per” rel=”nofollow”>.…

tnx!…

50 Chester { 02.05.15 at 12:05 }

effects@attentively.settlers” rel=”nofollow”>.…

ñïñ çà èíôó!…

51 eric { 02.05.15 at 13:59 }

redondo@kitti.divest” rel=”nofollow”>.…

good info!!…

52 Edwin { 02.05.15 at 14:31 }

erdos@typesetting.lucrative” rel=”nofollow”>.…

tnx!…

53 Doug { 02.05.15 at 15:03 }

farmer@walking.harsher” rel=”nofollow”>.…

ñïàñèáî….

You must log in to post a comment.